venerdì 13 aprile 2018 - 21:14
Stroppa: “Mancano 7 finali. Contento di aver vinto senza subire gol”
Le parole di Stroppa nella conferenza stampa post Foggia-Ascoli:

“Speravo oggi andasse così ed è un piacere non aver subito gol nemmeno oggi dopo Cremona. Terni ora è un bel banco di prova e cercheremo di dare continuità.

La risposta dei ragazzi è importante per capire se fare un cambio o meno. Ho detto di avere in testa di fare un turnover e dopo questa sera potrei confermarlo. C’è da considerare che aldilà del dispendio di energia, che è stato minore perché abbiamo trovato il vantaggio ed abbiamo potuto gestire. Ora ci aspetta un’altra notturna e poi la partita dell 15 col Bari.

Sono tutte partite importanti in questo momento. Penso alla partita con la Ternana e credo che il discorso salvezza, a meno che non succeda un disastro, credo sia archiviato. Step dopo step metteremo gradini da scalare. Ora il prossimo obiettivo è 52. La squadra lavora sempre per vincere le partite. Non potrei fare altrimenti in questo momento che abbiamo continuità importante di prestazioni. Il girone di ritorno è stato straordinario e forse è giusto pensare a qualcosa in più. Saranno tutte finali e vedremo martedì se saremo in grado di farlo ancora.

Dovrei rivedere la partita per dire se sia stata la migliore. È stata sulla falsariga di quelle precedenti. Abbiamo rischiato poco e non è facile giocare contro una squadra che si chiude bene e poi cerca di ripartire per farti male. Sono soddisfatto per quanto sta facendo la squadra in entrambe le fasi, anche in quella difensiva, iniziando a difendere dagli attaccanti.

Tonucci secondo me prima di farsi male stava vivendo un momento di appannamento. Per me tutti sono titolari e vorrei avere la possibilità di attingere per tutti i 26 giocatori. Mai come in questo momento vedo uno spogliatoio competitivo e che a livello psico-fisco sta bene. Mi dispiace doverne far giocare 11 più 3 cambi perché vorrei far giocare tutti. Tutti si stanno allenando bene. È bello allenarli in questo momento.

In questo momento non mi va di parlare di play-off ma vedremo di partita in partita. Mi rimane dentro la qualità della rosa che ho a disposizione a 360° e per me è motivo di orgoglio.

Questa sera giocavamo a specchio e si dovevano vincere i duelli uno contro uno e siamo stati bravi anche in questo. Potevamo fare nel primo tempo forse anche un pochino meglio, ma la squadra è stata sempre propositiva ed in partita. L’aspetto mentale poi fa sempre la differenza.

La squadra si sta isolando dall’esterno ed è concentrata. Non ci sono problemi e qualora ci fosse potrei dare una risposta diversa, ma non ce n’è bisogno.

Deli può fare molto ma molto di più. In alcune situazioni poteva fare assist facili ma ha qualità importanti nell’inserimento.

Poteva cambiare la partita per l’aggancio di Kragl su Monachello e poteva anche riaprirsi la partita, ma con i se e con i ma non cambia la storia. Poi, se mia nonna era un merlo, sarei rimasto nella gabbia a fischiare”.

Armando Borrelli
(arbo93@gmail.com)
NEWS FOGGIA CALCIO
NEWS SERIE B
NEWS DILETTANTI
NEWS GIOVANILI