venerdė 9 marzo 2018 - 15:32
Gli infortuni pių ricorrenti nel calcio
Fresca è la notizia del rientro di Davide Agazzi, che torna a disposizione dopo un periodo di inattività che lo ha tenuto lontano dai campi di calcio a causa di un infortunio (infarcimento edematoso emorragico dell’adduttore lungo della gamba sinistra) avvenuto più di un anno fa.
La serietà degli infortuni può, nei casi più gravi, arrivare anche a precludere a un calciatore il proseguo della sua carriera calcistica, come in passato è accaduto a calciatori come Casiraghi, ritirato a 35 anni mentre giocava nel Chelsea, per una lesione al legamento del ginocchio, o a David Busst, costretto nel 1996 al ritiro a 28 anni per una doppia frattura composta nella gamba.

Ma quali sono gli infortuni più frequenti nel mondo del calcio? Lo ha illustrato un'infografica realizzata da 888sport.it come una percentuale che va dal 50 all'80% coinvolgano spesso gambe e piedi. Nello specifico troviamo:

- lesioni alle caviglie e dolore ai piedi (45%);
- lesione del ginocchio (25%)
- ernia inguinale;
- strappo inguinale;
- affaticamento dei tendini del ginocchio.

Una buona percentuale di infortuni interessa però anche la testa (dal 4 al 22%) e, nello specifico, si arriva a parlare del 2-3% di infortuni che consistono in commozioni celebrali da collisione.
Scopri altri aneddoti nell'infografica.

La Redazione
(redazione@calciofoggia.it)

NEWS FOGGIA CALCIO
NEWS SERIE B
NEWS DILETTANTI
NEWS GIOVANILI