martedì 10 ottobre 2017 - 19:08
Fares: "uniti per superare la crisi"
Intervenuto telefonicamente durante la trasmissione Zà Fò, il Presidente del Foggia Lucio Fares fa il punto del momento rossonero:
"Da sempre abbiamo predicato tranquillità e serenità, pur coscienti di quelli che sono i problemi che attualmente la squadra sta avendo. Dobbiamo anche dire però che i ragazzi, sul piano del gioco, stanno obiettivamente dando molto. C’è un problema di risultati e di gol presi, questo è fuori discussione. Abbiamo chiaramente contezza di ciò che sta accadendo. Qualcosa va rivista, ne abbiamo coscienza sia noi come società che il mister con la squadra. Ma nello stesso tempo, e non per superficialità, è una squadra che secondo noi verrà fuori da questo momento negativo se continuerà a giocare in questo modo.

C’è ancora una fase di ambientamento, anche perché ci troviamo di fronte ad un campionato particolare. Se immaginiamo che tra la prima in classifica e l’ultima ci sono soltanto sette punti di distacco, questo fa capire come il campionato sia molto livellato anche se difficile. La maggior parte delle squadre hanno disputato tanti campionati di serie A. Ma ciò non toglie che noi in primis, il mister e la squadra continueremo a
lavorare in maniera seria e determinata, come del resto abbiamo sempre fatto, per venir fuori da questi problemi. Abbiamo avuto un confronto sereno nel quale abbiamo sviscerato, così come siamo sempre stati abituati a fare, tutti quelli che attualmente sono i problemi.

È chiaro che è un momento difficile, ma aldilà di questo è fondamentale lavorare tutti insieme per uscirne. Il mio non è un modo per buttare acqua sul fuoco, siamo consapevoli di trovarci di fronte ad una situazione che, con tutta franchezza, non ci auguravamo. Le analisi vanno fatte sempre in maniera ponderata. Non abbiamo mai creduto o pensato di ambire alla vittoria del campionato. Il nostro obiettivo era e resta quello di una salvezza tranquilla. Non ci sentiamo di dover rimproverare i ragazzi o chi per loro per scarso impegno o mancanza di mordente, anzi, una delle caratteristiche che contraddistingue questo spogliatoio è proprio la professionalità e la dedizione al lavoro. Non dimentichiamo che il campionato di quest’anno non è assolutamente facile, é molto più tecnico e molto più difficile rispetto magari ai campionati di vent’anni fa. Ma il fatto che la squadra imponga sempre il proprio gioco, ci fa stare comunque tranquilli.

I primi ad essere amareggiati siamo noi e capiamo
perfettamente qualche piccolo malumore in seno alla tifoseria, alla quale vanno i nostri ringraziamenti più sentiti, perché davvero splendidi. È chiaro che venerdì sarà una gara importantissima e non sottovaluteremo nulla. La cosa fondamentale, e di questo ne siamo consapevoli tutti, è che la situazione attuale viene costantemente valutata dalla società, dal mister e da tutti. Non prendiamo sotto gamba nulla. La nostra volontà è chiaramente quella di mantenere la categoria e siamo certi che ciò avverrà senza problemi.

Non credo che il problema sia da ricondurre al mercato, anche perché la storia ci insegna che non sempre determinati acquisti o determinate mosse di mercato hanno in realtà avuto esiti positivi. È chiaro che qualora ci sia la necessità di intervenire, non ci tireremo indietro. Noi siamo convinti di poter risolvere i nostri problemi con tutte le componenti attualmente presenti, problemi irrisolvibili non ce ne sono.

Questa è una squadra che può uscire da questo momento no, con tranquillità e serenità e soprattutto con l’aiuto di tutti. Il calcio non è una scienza esatta, così come nessuno avrebbe mai immaginato che dopo l’esonero di De Zerbi un altro allenatore avrebbe potuto fare meglio. Il calcio è così, non ci sono dati esatti o formule matematiche. L’importante è lavorare e andare avanti tutti insieme."

foto: foggiacalcio1920



Antonio Solimine
(antonio.solimine@gmail.com)
NEWS FOGGIA CALCIO
NEWS SERIE B
NEWS DILETTANTI
NEWS GIOVANILI