mercoledì 19 aprile 2017 - 22:44
PENSIERI DALLO ZAC…di Stefano Bucci
Cari amici lettori, è il caso di dire che siamo tutti felici come una Pasqua.
Il sabato Santo, ha sancito in modo quasi definitivo, la “resurrezione calcistica” del nostro Foggia, ed un’intera città si è fermata per la gara dei satanelli.
Lo Zaccheria era strapieno come ai bei tempi, e pur se l’avversario, la Reggina di Karel Zeman, rappresentava soltanto una nobile decaduta, la posta in palio era di quelle importanti, di quelle che ti potevano spalancare definitivamente le porte della serie “B”.
Era evidente, che con queste premesse, la voglia di esserci veniva da sè, ed il popolo rossonero, che attendeva questo momento da troppo tempo, non poteva che rispondere presente!
Eh si, da quel 1998, anno della retrocessione dalla serie “B”, ne abbiamo viste di tutti i colori, dalle curatele fallimentari ai presidenti avventurieri, dai prestanomi che promettevano un pronto riscatto, sino alla cancellazione dall’elenco del professionismo calcistico, e con la umiliante, ma necessaria partecipazione al massimo campionato dilettantistico, unica possibilità per poter ripartire.
E per fortuna, che qualche momento per gioire c’è stato, ed il riferimento non può che andare alla splendida galoppata dei ragazzi di Pasquale Marino della stagione 2002/03, ultimo campionato vinto dai satanelli.
Le delusioni di Avellino e Pisa, condite dall’illusione del ritorno di Zeman nel 2010, hanno soltanto contribuito nel rendere il tifoso rossonero sempre più scettico verso la propria squadra, quasi un modo per rassegnarsi ad un oblio che sembrava essere eterno.
Ma questa volta, le sensazioni erano di quelle buone, ed anche la scaramanzia stava per lasciar spazio all’irrefrenabile voglia di festeggiare, di poter gridare ai quattro venti quella seconda lettera dell’alfabeto.
Avevamo tutti ragione, e così, battendo la Reggina, il nostro Foggia collezionava un altro record, ovvero quella della decima vittoria consecutiva, roba da non crederci, una delle poche squadre professionistiche, che in Europa può vantare tale risultato… intanto, la notizia del pareggio del Lecce a Matera, aveva soltanto il potere nel rinviare di una settimana quei festeggiamenti, che, pur se in versione soft, avevano avuto già inizio all’interno dello Zac.
E nel mentre la città si colora di rosso e nero, la mente vola già a domenica sera, quando, il torpedone con l’intera squadra, sarà di rientro da Fondi…il countdown è già cominciato!
Alla prossima.


Stefano Bucci
(redazione@calciofoggia.it)
NEWS FOGGIA CALCIO
NEWS LEGA PRO
NEWS DILETTANTI
NEWS GIOVANILI