martedė 18 aprile 2017 - 19:13
Foggia, la promozione in B č sempre pių vicina
Manca solo un piccolo passo al Foggia di Giovanni Stroppa per conquistare la promozione in Serie B: battuta la Reggina nell'ultimo turno per 1 a 0, i rossoneri hanno dovuto rimandare la festa a causa del pareggio per 1 a 1 tra Lecce e Matera. Risultato che mantiene i salentini al secondo posto in classifica a -8. Che la trasferta di domenica 23 aprile a Fondi sia quella decisiva per il matematico salto di categoria?

Appuntamento fissato per le 14.30 allo stadio Domenico Purificato di Fondi per tutti i tifosi del Foggia. In caso di risultato utile, che sia una vittoria o un pareggio, i rossoneri festeggerebbero la matematica conquista della Serie B, un traguardo che manca da ormai troppi anni alla squadra pugliese. I ragazzi di mister Stroppa affronteranno l’Unicusano Fondi nono in classifica a 45 punti e in piena zona playoff, ma deciso a rimandare la festa rossonera, come auspicato dalle parole del presidente Ranucci. Il favore del pronostico di BetStars va tuttavia al Foggia, che con buone probabilità riuscirà a strappare almeno un pareggio all’Unicusano Fondi. Le quote positive del bookmaker tengono conto, oltre che della classifica, anche della volontà della squadra di Stroppa di vendicare lo smacco subito nella partita di andata del 7 dicembre in cui arrivò un'inaspettata battuta d'arresto casalinga per i “Satanelli”. Una partita rocambolesca con il primo tempo chiuso in vantaggio per 2 a 1 dai rossoneri e con una ripresa che vide la squadra di Fondi ribaltare il risultato grazie alle reti di Calderini e Albadoro arrivate a distanza di dieci minuti l’una dall'altra.

Nel frattempo il Foggia è entrato nella storia conquistando la decima vittoria consecutiva contro la Reggina e superando il record di 9 successi di fila risalente al campionato di C2 2002/2003, anno in cui alla guida dei pugliesi c'era Pasquale Marino. È mancata la ciliegina sulla torta dei festeggiamenti legati alla promozione matematica a causa del pareggio per 1-1 del Lecce a Matera, partita in cui i salentini sono stati capaci di recuperare la rete del momentaneo svantaggio realizzata da Negro al minuto 28 grazie a una gran botta dalla distanza di Costa Ferreira al 65°. Contro il Fondi mister Stroppa – ormai diventato vero e proprio idolo dei tifosi – schiererà il suo classico 4-3-3. In porta conferma per la sicurezza Guarna. Linea difensiva a quattro con Loiacono e Rubin terzini ai lati della coppia centrale composta da Martinelli e Coletti. Il regista della squadra sarà ancora una volta Vacca, aiutato nell'impostazione e nelle ripartenze da Capitan Agnelli e Deli. In attacco conferma per le ali Chiricò e Di Piazza pronti a rifornire di palloni giocabili il capocannoniere del girone C di Lega Pro, quel Mazzeo capace di mettere per ben 18 volte il suo nome nel tabellino marcatori.

Il Mister del Fondi Pochesci dovrebbe riproporre lo stesso schieramento che grazie a una rete di Calderini ha sconfitto la Fidelis Andria nell'ultimo turno riportando i rossoblù in piena zona playoff. In porta Baiocco. Difesa a 4 composta da Tommaselli, Galasso, Marino e Ferullo. A centrocampo spazio per D'Angelo, De Martino e Bertolo e tridente d'attacco composto da Calderini, Giannone e Gambino.

“Siamo con un piede e mezzo in Serie B e col Fondi mi aspetto un esodo rossonero”: con queste parole il presidente rossonero Fares ha commentato il successo arrivato contro la Reggina. Un presidente entusiasta che ha sottolineato come sia davvero a portata di mano un traguardo i cui meriti vanno divisi equamente tra società, squadra, tifosi e allenatore. Chiusura con una richiesta che ha reso sicuramente felice la nutrita tifoseria dei “Satanelli”: quella di giocare la partita in un impianto più grande (lo stadio di Fondi dispone di 3000 posti) per poter ospitare il numero maggiore di supporter rossoneri possibile.

La Redazione
(redazione@calciofoggia.it)

NEWS FOGGIA CALCIO
NEWS LEGA PRO
NEWS DILETTANTI
NEWS GIOVANILI