domenica 16 aprile 2017 - 02:01
Il Foggia batte 1-0 la Reggina: la Serie B è a un passo
Il Foggia di Stroppa entra nella storia conquistando la decima vittoria consecutiva e superando il record dei Satanelli di Pasquale Marino, che vinsero il campionato di C2 2002/03 interrompendo a 9 la serie di successi consecutivi, battendo per 1-0 la Reggina grazie all´incornata di Loiacono al 56° minuto.
Tuttavia i rossoneri non possono ancora festeggiare la matematica promozione in Serie B a causa del pareggio per 1-1 del Lecce a Matera, con i salentini capaci di recuperare il gol del momentaneo svantaggio firmato da Negro al 28° con il tiro dalla distanza di Costa Ferreira al 65°, nonostante l´inferiorità numerica sopraggiunta poco dopo l´inizio della ripresa in seguito al rosso diretto mostrato a Cosenza.


Stroppa schiera un 4-3-3 con Guarna in porta; linea difensiva con Loiacono e Rubin terzini, Martinelli e Coletti coppia centrale; a centrocampo Vacca si schiera in posizione di regista tra Agnelli e Deli; in attacco confermato il trio con Chiricò e Di Piazza ai lati di Mazzeo.
Zeman risponde con un 3-5-1-1 che vede Sala a difesa dei pali; difesa con Gianola, De Vito e Kosnic; a centrocampo è Botta a dettare i tempi tra le mezzali Romanò e Knudsen e gli esterni Maesano e Cane; è Bangu invece ad agire alle spalle dell´unica punta Bianchimano.

La partita si svolge sul canovaccio tattico previsto: la Reggina attende il Foggia che prova a fare la partita, e sono proprio i giocatori di Stroppa a cercare per la prima volta la via del gol con Di Piazza che, al minuto 8, servito da un cross dalla destra da Chiricò impatta male il pallone con il mancino mandandolo sull´esterno della rete.
Dopo una trattenuta in area di rigore reggina di De Vito su Mazzeo non ritenuta fallosa dal direttore di gara al 12°, prima Rubin spedisce a lato al quarto d´ora con un tiro dalla distanza e poi Sala, 120 secondi più tardi, è provvidenziale a respingere di puro istinto la conclusione quasi a botta sicura di Mazzeo dal limite dell´area piccola a termine di un batti e ribatti in area nato sugli sviluppi del primo tiro della bandierina della partita.
Si deve poi attendere la mezz´ora per poter segnalare altre azioni pericolose: Di Piazza manda di testa sul fondo il cross dalla destra di Chiricò e poi il numero 7 prova a mettersi in proprio con un tiro dalla distanza che ottiene però il medesimo risultato del compagno.
In tutto ciò la prima occasione della Reggina, se così si può definire, giunge al 35° quando Bianchimano cerca di sorprendere Guarna con un tiro dalla lunghissima distanza che viene però bloccato senza alcun patema dal numero 1 locale.
Prima del termine della prima frazione di gioco c´è tempo per il colpo di testa di Coletti, servito da una rovesciata di Mazzeo dopo la respinta con i pugni di Sala sulla battuta di un calcio di punizione laterale da parte di Chiricò, respinto dall´intervento decisivo di un difensore (42°), mentre risulta essere ancora imprecisa la mira per i tiri di Rubin (44°, a giro dal limite dell´area), Mazzeo (45°, di testa sul cross dalla destra di Vacca) e Loiacono (nel corso del primo minuto di recupero con un esterno destro da fuori area).

La ripresa ha inizio con lo stesso andazzo con le conclusioni di Coletti al 51° e Martinelli al 53° che non impensieriscono Sala, nel primo caso per l´imprecisione del tiro e nel secondo per la respinta della barriera sul calcio di punizione.
Si giunge però al 56° ed il Foggia passa in vantaggio: Sarno, subentrato pochi secondi prima al posto di Chiricò, batte un calcio di punizione che viene inizialmente respinto dalla difesa ospite, tuttavia il pallone giunge a Mazzeo che lo pennella al centro con un cross che viene impattato con la testa da Loiacono che riesce a battere Sala dopo avergli piegato le mani.
La partita viene poi gestita dal Foggia, con la prima nuova occasione da segnalare che giugne al 73°, quando Mazzeo pesca Sarno con un bel lob, ma il numero 10 rossonero, arrivato in posizione laterale al tu per tu con Sala, non riesce a battere il portiere ospite spedendo sul fondo.
Imprecisi risulteranno poi essere anche i tiri da fuori area di Deli al 74° ed all´88°, il colpo di testa di Martinelli su corner battuto da Sarno al 76°, i tentativi dalla distanza di Sainz-Maza allo scoccare del minuto 80 ed all´86°, così come il diagonale di Mazzeo su passaggio filtrante di Rubin dell´81°.
Gli amaranto sembrano prendere coraggio solamente negli ultimissimi minuti di gioco, ma sia allo scoccare del 90° con De Francesco che al 93° con Bianchimano gli ospiti non riescono ad impensierire Guarna.


Il Foggia, come già detto in introduzione, conquista la 10^ vittoria consecutiva e si porta ad un solo punto dalla matematica promozione in Serie B.
La Reggina vede interrompersi a 5 la serie di risultati utili consecutivi subendo la 10^ sconfitta esterna stagionale.


Tabellino:

Foggia 1-0 Reggina
56° Loiacono (Fog)

Foggia Calcio (4-3-3): Guarna; Loiacono (85° Gerbo) - Martinelli - Coletti - Rubin; Agnelli - Vacca - Deli; Chiricò (54° Sarno) - Mazzeo - Di Piazza (61° Sainz-Maza)
A disposizione: Sànchez - Tucci - Angelo - Figliomeni - Sicurella - Dinielli - Pompilio - Martino - Faber
Allenatore: Sig. Giovanni Stroppa

Reggina (3-5-1-1): Sala; Gianola - De Vito - Kosnic; Maesano (77° Lo) - Romanò (57° De Francesco) - Botta - Knudsen - Cane; Bangu (66° Leonetti); Bianchimano
A disposizione: Licastro - Carpentieri - Tripicchio - Lancia - Mazzone - Tommasone - Cuzzilla
Allenatore: Sig. Karel Zeman


Ammoniti: 42° Romanò (Reg); 57° Vacca (Fog); 59° Loiacono (Fog)
Espulsi:

Arbitro: Sig. Andrea Zanonato di Vicenza
1° Assistente: Sig. Arcangelo Vingo di Pisa
2° Assistente: Sig. Giuseppe Scarica di Castellammare di Stabia

foto: Antonello Forcelli


Armando Borrelli
(redazione@calciofoggia.it)
NEWS FOGGIA CALCIO
NEWS LEGA PRO
NEWS DILETTANTI
NEWS GIOVANILI