martedì 8 febbraio 2005 - 00:00
Si risvegliano Samb e Benevento, per il Foggia comincia la rincorsa alla salvezza
Il campionato conferma anche nella quinta giornata di ritorno il grande equilibrio che regna tra la maggior parte delle compagini del girone. La media dei pareggi sale quasi al 35%, mentre risulta in calo la percentuale di partite terminate per 0-0 e per 1-0. Il dato statistico più importante riguarda l’Avellino, capace di conquistare a Cittadella (grazie ad un gol al 93’ di Ghirardello) la quarta vittoria consecutiva senza subire ancora reti, una statistica importante in vista del difficile impegno casalingo contro il Napoli, rigenerato dal mercato di riparazione e capace di segnare 9 reti in tre incontri. Segnali di ripresa per Samb e Lanciano. I marchigiani interrompono la serie negativa che durava ormai da quattro giornate grazie alla doppietta di Leon, messa a segno contro la Vis Pesaro, autentica Cenerentola del campionato. Va registrato nelle fila dei rossoblu l’esordio dal primo minuto di Alejandro Da Silva, autore di una buona prova. Anche il Lanciano ha vinto per 1 a 0 nell’anticipo contro la Spal grazie ad un gol in sospetto fuorigioco del solito Soncin che riscatta i rossoneri dall’umiliazione subita al San Paolo e rilancia le ambizioni play off. Buone notizie anche da Benevento, dove l’esonero del tecnico Benedetti ha portato sulla panchina sannita l’ex ds del Foggia Raffaele Sergio che ha bagnato il suo esordio con una bella vittoria sul Teramo di Zecchini, una delle squadre più in forma del momento. Note liete anche per la Fermana ed il Martina che si sono spartite la posta in palio nell’incontro di domenica scorsa. I ragazzi di Cari vedono la salvezza sempre più vicina grazie alla serie positiva inanellata negli ultimi quattro turni. Per i pugliesi, imbattuti dall’ inizio del girone di ritorno, ancora un gol di William Da Silva imbeccato dal solito Mitri, una coppia che giustifica le ambizioni di salvezza tranquilla dei biancazzurri. Pareggio inutile tra Foggia e Padova che rimangono congelate nelle loro posizioni. Il Foggia, penalizzato da qualche svista arbitrale di troppo, deve incominciare a macinare punti se desidera salvarsi in anticipo. Il calendario ha chiuso il ciclo terribile e propone le trasferte di Giulianova e Fermo, intervallate dal recupero contro l’Avellino, dove sarà fondamentale fare risultato indipendentemente da torti arbitrali e assenze. In coda ancora notizie negative per Sora (sconfitto dopo una serie di 7 pareggi consecutivi) e Vis Pesaro (ancora una volta sconfitta in casa).

Domenico Carella
(d.carella@calciofoggia.it)
NEWS FOGGIA CALCIO
NEWS SERIE B
NEWS DILETTANTI
NEWS GIOVANILI